Aeroporti di Roma, CdA presieduto da Fabrizio Palenzona, capacità satura senza contratto programma.

Il CdA di ADR Aeroporti di Roma, presieduto da Fabrizio Palenzona, è tornato a sottolineare l’urgenza di avere il via libera al contratto che sbloccherà anche le tariffe.

Aeroporti di Roma (ADR), che fa capo a Gemina, ha chiuso il 2011 in perdita per 14,8 milioni e con un basso incremento di passeggeri del 3,8% che è frenato dalla saturazione dell’infrastruttura, il cui sviluppo è legato alla ancora attesa approvazione del Contratto di programma.

Lo spiega in una nota ADR, il cui CdA presieduto da Fabrizio Palenzona è tornato a sottolineare l’urgenza di avere il via libera al contratto che sbloccherà anche le tariffe.

Nei primi due mesi dell’anno il traffico ha avuto un andamento negativo, in calo dell’1,3%.

“In un contesto generale difficile e precario, il gruppo nel 2011 ha registrato ricavi consolidati di 613,5 milioni di euro (+3,3%). L’Ebitda ‘normalizzato’ ammonta a 292,4 milioni di euro, in miglioramento di 10,2 milioni di euro rispetto al 2010”, spiega la nota.

La perdita consolidata di competenza del gruppo è di 14,8 milioni, contro la perdita di 37,2 milioni dell’anno precedente.

Nel 2011 sono stati fatti 70 milioni di investimenti di “mantenimento” mentre il debito a fine 2011 era a 1,25 miliardi dai 1,33 miliardi della fine del 2010.

La crescita del traffico passeggeri del 3,8%, rileva la nota, è “inferiore alla media nazionale (+6,4%) a seguito della sostanziale saturazione infrastrutturale. Nel 2011 a Fiumicino è stata superata di oltre 40 volte la soglia dei 128.000 passeggeri al giorno, con criticità operative crescenti e rischi di rottura”, lamenta ADR.

A proposito del contratto di programma, “è in corso con Enac la definizione del modello tariffario che precede la valutazione da parte dei Ministeri competenti e l’avvio della seconda ed ultima fase di consultazioni con gli utenti”.

La società ha un piano di investimenti da 12 miliardi al 2044 di cui 2,5 nei primi 10 anni.

Lo scorso 24 gennaio una fonte vicina al dossier ha detto che l’incremento di tariffa per ADR “dovrebbe essere vicino a quello previsto per la Sea di 6,5-7 euro a passeggero e poi c’è da vedere se il governo riconoscerà il mancato adeguamento valutabile in 2,5 euro in più”, ha detto la fonte.

Il nodo più spinoso della trattativa sulle tariffe è infatti nelle mani del governo e riguarda la richiesta di ADR di vedersi riconosciuti gli arretrati del mancato adeguamento negli ultimi 10 anni, valutati da fonti di settore in circa 400 milioni di euro.

Il CdA ha convocato l’assemblea per il 19 aprile (20 aprile in seconda convocazione) per l’approvazione del bilancio.


FONTE: Reuters

Annunci

Fabrizio Palenzona, rivendicare la storia politica dei cattolici italiani, al servizio della carità e del bene comune

Todi, intervento di Fabrizio Palenzona al Convegno dei cattolici sulla Buona Politica. “Non avrei vergogna di rivendicare una storia senza la quale si capisce meno l’impegno politico dei cattolici in Italia”.

Cercherò di essere velocissimo. La prima cosa per me da capire è se abbiamo o no una storia. Parlando di politica, noi una storia ce l’abbiamo. È una storia gloriosa, è una storia di servizio alla comunità e di grande vittoria nelle cose che si sono fatte. Parlo di vittoria per il bene comune. Quindi non avrei vergogna di rivendicare una storia senza la quale si capisce meno l’impegno politico dei cattolici in Italia.

Seconda cosa. Io sono l’ultimo, e vi ringrazio di avermi invitato perché sono veramente onorato di essere qui. Però, quando facevo il volontario nella parrocchia, ci hanno insegnato il servizio per quello che si poteva nella parrocchia. Il viceparroco segnatamente, quando mi sono diplomato al liceo, mi ha detto: “Guarda che la più alta forma di carità è la politica, perché la politica o la fai o la subisci. Quindi, se hai interesse al bene comune devi fare politica per fare il migliore servizio possibile ai più deboli”.

Ecco, noi da qui non possiamo uscire. Capisco lo strumento, capisco il vedere come, ma dobbiamo creare una classe dirigente, dobbiamo ritornare. Se non sono le parrocchie sono i movimenti, sono le reti, sono le scuole che non ci sono più. Ma se noi non ci impegniamo partendo dai giovani a dire che la politica non è né buona né cattiva, ma dipende da come la fai, e che comunque è ineludibile perché non ci può essere mai una società senza la politica, e quindi evitare questa criminalizzazione, difficilmente riusciremo a riempire quei vuoti cui faceva riferimento Mazzotta.

Quindi – e ho veramente finito – dal mio punto di vista noi dobbiamo certamente concentrarci su un progetto condiviso. Il Paese ne ha bisogno e il vuoto è anche di idee e di proposte.

Sui valori non mi sto a perdere perché il Cardinale e tutti gli altri, ovviamente… Gli otto punti che ho sentito sono tutti condivisibili, però dobbiamo assolutamente dire che dobbiamo sporcarci le mani. Non basta programma, non bastano parole. Occorre assolutamente, nelle forme che si riterranno più opportune, lavorare sulla classe politica e quindi sulla formazione e sull’impegno politico. Senza questo, noi non esercitiamo la carità che siamo chiamati ad esercitare. Grazie.

Fabrizio Palenzona – Todi, 17 ottobre 2011

Aeroporti di Roma, presieduta da Fabrizio Palenzona, con “SOStienilo anche tu. Ha la distrofia di Duchenne”. Un SMS contro la distrofia di Duchenne

Aeroporti di Roma, società di gestione degli aeroporti della Capitale, presieduta da Fabrizio Palenzona, anche quest’anno è impegnata su iniziative di solidarietà sociale.
Tra gli altri progetti sostenuti, il Parent Project Onlus, volto a migliorare gli standard di diagnosi e trattamento della distrofia di Duchenne. Dall’11 al 20 febbraio 2012 è attiva la campagna SOStienilo anche tu che con la semplice spedizione di un SMS permette a chiunque di partecipare alla donazione per la ricerca di una cura di questa patologia genetica che colpisce i muscoli di un bambino su 3500 maschi.


L’Associazione di genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker, Parent Project Onlus, ha organizzato la Campagna “SOStienilo anche tu. Ha la distrofia di Duchenne” che intende finanziare un progetto di Audit Civico, che sarà realizzato nei prossimi tre anni, in collaborazione con Cittadinanzattiva e Associazione Italiana di Miologia (AIM). Il progetto è volto a migliorare gli standard di diagnosi e trattamento, per garantire il diritto all’assistenza e difendere la qualità del futuro di migliaia di ragazzi affetti da questa patologia genetica che colpisce progressivamente i muscoli di 1 su 3500 bimbi maschi. Per questa malattia ancora non esiste una cura ma, grazie a un trattamento da parte di un’équipe multidisciplinare, è possibile raddoppiare le aspettative di vita e migliorarne enormemente la qualità, fornendo un ulteriore strumento al servizio della Comunità di famiglie, medici e ricercatori impegnati attivamente per confrontarsi sui diversi aspetti della patologia.

Per sostenere la campagna di Parent Project Onlus, dall’11 al 20 febbraio 2012 si può inviare un SMS al numero 45504 da tutti i cellulari personali Tim, Vodafone, Wind, 3, Poste Mobile, CoopVoce per donare 2 euro, oppure chiamare il numero da rete fissa Telecom e Fastweb per donare 2 o 5 euro o TeleTu per donare 2 euro.

Per maggiori informazioni sulla Campagna “SOStienilo anche tu. Ha la distrofia di Duchenne” e sul Progetto di Audit Civico e per essere aggiornati sulle iniziative organizzate in diverse città italiane dalle famiglie e dai volontari, visitare il sito www.parentproject.it

Fonte: Aeroporti di Roma

Aeroporti di Roma, record storico di de-icing a Fiumicino

ADR, a Fiumicino sono operative 4 macchine di de-icing, numero che si è dimostrato , in condizioni medie di gelo, più che sufficiente a sghiacciare gli aeromobili anche in occasione di situazioni meteo straordinarie, come quelle del primo week-end di febbraio. A partire dalla tarda mattinata di ieri, gli stessi mezzi di sghiacciamento sono intervenuti su quasi 100 velivoli, record storico per lo scalo.


La notte tra il 10 e l’11 febbraio, tuttavia, è stata eccezionale perché si è verificato un peggioramento repentino della condizione meteo tra le 20:55 e le 23:00.

Mentre venerdì 3 la neve ha bloccato la Capitale, Fiumicino, con gli stessi quattro mezzi di de-icing ha fatto fronte alle esigenze operative rispondendo a 24 chiamate – nell’arco di 24 ore – da parte dei Comandanti dei voli che hanno richiesto il disgelo delle ali degli aeromobili.

Nell’arco della giornata di ieri sono state oltre 90 – quasi 4 volte quelle di venerdì scorso – le prenotazioni richieste dai Comandanti per gli aeromobili, di cui il 50 % , con ben 45 richieste, nel breve intervallo dalle 20:55 alle 23:00. E le condizioni di gelo sono state tali che gli interventi hanno riguardato non soltanto le ali ma anche fusoliere e piani di coda dei velivoli, richiedendo, così, un tempo maggiore per essere eseguiti.
Per la giornata di oggi 11 febbraio risultano essere stati cancellati 36 voli in arrivo e 15 in partenza da e per Fiumicino, da parte di diverse Compagnie – che inviatiamo a contattare direttamente per informazioni – a causa del maltempo diffuso sull penisola e in Europa. In questo momento l’aeroporto Leonardo da Vinci è tornato alla sua piena operatività.

FONTE: Aeroporti di Roma

Aeroporti di Roma, presieduta da Fabrizio Palenzona, con ADVPS Onlus per promuovere la donazione del sangue

Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona, al Leonardo da Vinci punti informativi presidiati dal personale volontario dell’Associazione Donatori e Volontari Personale della Polizia di Stato. Il 14 febbraio giorno di donazione nei locali di “Medicina 2”, nei pressi del Pronto Soccorso dello scalo. Tutti i dipendenti della comunità aeroportuale sono invitati a partecipare all’iniziativa

L’ADVPS ONLUS (Associazione Donatori e Volontari Personale della Polizia di Stato) si propone il nobile obiettivo di accrescere il numero di donazioni di sangue ed emocomponenti su tutto il territorio nazionale con la creazione e lo sviluppo di una rete di donatori abituali, affinché questo prezioso materiale non venga mai a mancare negli ospedali.


A tale proposito il 14 febbraio p.v. si terrà, grazie al sostegno di Aeroporti di Roma, una giornata di donazione presso i locali di “Medicina 2”, di pertinenza di ADR, siti in piazzale Padre Agostino Gemelli, nei pressi del Pronto Soccorso dell’aeroporto Leonardo da Vinci.

Nelle giornate dal 9 al 13 febbraio saranno presenti 2 postazioni informativi presidiati dal personale volontario dell’associazione (Terminal 1 partenze in prossimità del Banco informazioni e Terminal 3 arrivi presso la colonna Meeting point): sarà questa un’occasione per illustrare le modalità di svolgimento della giornata e per fornire tutte le indicazioni, sanitarie e organizzative, utili a chi volesse aderire all’iniziativa.

Per motivi organizzativi, è obbligatorio prenotarsi alla giornata di donazione (i posti disponibili sono circa 90); tale prenotazione potrà essere effettuata scrivendo all’indirizzo di posta elettronica info@advps.it oppure telefonando ai seguenti numeri:

– Dott. Luca Repola Presidente ADVPS 339 – 1136030
– Dott.ssa Maria Rapagna 331 – 3736313

FONTE: Aeroporti di Roma

Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona, contratto in arrivo entro l’estate

Il nuovo contratto di programma per Aeroporti di Roma (Adr) dovrebbe arrivare entro la fine di giugno, parola di Fabrizio Palenzona.

Secondo il presidente di Assaeroporti e della stessa Adr, Fabrizio Palenzona, “l’iter per Adr dovrebbe concludersi entro l’estate”. In passato si era parlato di una soluzione simile a quella prevista per la milanese Sea, con un incremento di tariffe di circa 6,5-7 euro a passeggero. Resta invece nebuloso il discorso sul pregresso, cioè quei 400 mln di mancati adeguamenti tariffari degli ultimi 10 anni che Aeroporti di Roma ha rivendicato. “Non e’ un problema. Sono numeri e vanno valutati”, ha detto Palenzona, senza lasciar trapelare quale sia l’orientamento del governo a riguardo. Palenzona ha specificato che per quanto riguarda “i contratti di Milano e Venezia (Sea e Save sono le altre due società in attesa del completamento dell’iter, ndr) e’ questione di poco tempo”.

Per quanto riguarda i rilievi mossi da Assaeroporti al testo delle Liberalizzazioni, Palenzona si e’ concentrato su tre cardini. In primo luogo i gestori degli scali insistono perchè ci sia un’Autorità unica per la definizione e approvazione dei contratti di programma, in modo da evitare “le lungaggini e lo stallo attuale”. Perchè l’Authority di vigilanza possa agire in autonomia nel definire i modelli tariffari sarebbe poi opportuno fare riferimento alle direttive comunitarie, eliminando il confronto con la legge 248 del 2005: solo così si garantirebbe “un’effettiva concorrenza e trasparenza nelle tariffe”. Infine, Assaeroporti sottolinea l’esigenza di avere tempi certi per i rilasci delle concessioni e per la loro regolazione economica, introducendo limiti temporali vincolanti.

FONTE: Borsa Italiana

Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona, contratto di programma entro l’estate

“Per Adr l’iter dovrebbe concludersi entro l’estate”, ha detto Fabrizio Palenzona a margine di una audizione al Senato.

Aeroporti di Roma dovrebbe concludere l’iter per il nuovo contratto di programma entro l’estate, mentre in poco tempo dovrebbe risolversi l’iter per gli scali di Venezia e Milano.
Lo ha detto il presidente di Adr e di Assoaeroporti Fabrizio Palenzona a margine di una audizione al Senato.
“Per Adr l’iter dovrebbe concludersi entro l’estate”, ha detto Palenzona aggiungendo che il tema del pregresso, cioè la richiesta di Adr di considerare in tariffa anche i 400 milioni di mancati adeguamenti tariffari negli ultimi 10 anni, “non è un problema, sono numeri e vanno valutati”, senza specificare se e in che misura questa richiesta sia stata accolta dal governo.
Lo scorso 24 gennaio una fonte aveva detto che “l’incremento di tariffa per Adr dovrebbe essere vicino a quello previsto per la Sea di 6,5-7 euro a passeggero e poi c’è da vedere se il governo riconoscerà il mancato adeguamento valutabile in 2,5 euro in più”.
Palenzona ha oggi detto anche che “per i contratti di Milano e Venezia è questione di poco tempo”.

FONTE: Reuters