eCommerce, Aldo Montano e Onshop, il “buono” del web. Semplicità e sicurezza in un colpo solo per gli acquisti online

OnShop è il buono spesa di Intermatica che consente di effettuare acquisti online in modo semplice, sicuro e veloce. Il campione di scherma Aldo Montano è testimonial d’eccezione della nuova campagna pubblicitaria Onshop presentata da Giovanni Malagò, Presidente del Circolo Canottieri Aniene, Claudio Castellani, Presidente del Gruppo Intermatica e Marco Silvio Bellini, Amministratore delegato di Lottomatica Italia Servizi.

OnShop, da oltre un anno nel circuito Lottomatica Italia Servizi (LIS), si presenta al grande pubblico con una nuova campagna pubblicitaria che vede come protagonista un testimonial d’eccezione, il campione di scherma Aldo Montano, volto nuovo di OnShop.

Guarda il video spot con Aldo Montano sul canale YouTube di Onshop.

Semplicità e sicurezza costituiscono il legame valoriale tra il brand e l’atleta della nazionale, schermidore di fama internazionale, uomo di grande semplicità, sempre sorridente e diretto, e campione di una disciplina considerata “sicura”: il termine scherma, infatti, che proviene dal longobardo “Skirmjan” e significa proteggere, coprire, evoca il concetto di difesa. Nel corso dell’incontro, a margine della proiezione della campagna pubblicitaria OnShop – la cui creatività e produzione è stata curata dall’agenzia Opera – è intervenuto lo stesso Aldo Montano, che ha sottolineato come il progetto lo abbia molto appassionato.

“La campagna – sostiene Montano – mostra una parte di me non molto conosciuta, quella di amante della tranquillità e della vita casalinga, che mi vede come molti miei coetanei divertirmi anche navigando in rete. Anche per questo ho compreso immediatamente le grandi opportunità che uno strumento come OnShop è in grado di offrire, sentendo da subito vicino il buono spesa OnShop, il vero protagonista della campagna, che invito tutti a provare quanto prima”.

OnShop, infatti, si distingue per essere il nuovo sistema per acquisti online semplici e sicuri, rappresentando il primo progetto nel suo genere realizzato nel nostro Paese, un buono spesa usa – e – getta che consente di fare shopping in rete su tutti i siti convenzionati. Un servizio innovativo ideato per i giovani e per tutti coloro che non sono in possesso di una carta di credito o che non vogliono utilizzarla online.

Un’idea nata per rispondere al meglio alle necessità di chi intende comprare sul web tramite una modalità differente e del tutto originale, oltre che semplice e sicura. Il buono spesa OnShop si presenta come un tipico scontrino su cui è stampato un PIN e il suo utilizzo è immediato: si naviga su uno dei siti web aderenti al circuito OnShop, si seleziona il prodotto da acquistare ed al momento del pagamento si inserisce il PIN.

OnShop non è ricaricabile ed è disponibile in vari tagli, facilmente acquistabili nei punti vendita Lottomatica Italia Servizi presenti su tutto il territorio nazionale. Oltre a garantire la certezza della spesa sostenuta, il nuovo prodotto consente di effettuare acquisti online in massima semplicità e sicurezza. Non essendo necessario comunicare i numeri della propria carta di credito, si elimina del tutto quello che costituisce, per molti, il principale ostacolo in termini di fiducia rispetto allo shopping sul web, acquistando direttamente presso la rete LIS – Lottomatica Italia Servizi, che è sinonimo di sicurezza.

“Siamo lieti di aver condiviso sin dalla fase iniziale questo progetto con Intermatica, ha dichiarato Marco Silvio Bellini – amministratore delegato di Lottomatica Italia Servizi. Con OnShop, LIS conferma il proprio ruolo di precursore, all’avanguardia nell’innovazione orientata a rispondere alle esigenze degli italiani, dei loro usi, costumi e attitudini”. “Il contributo di Lottomatica Italia Servizi per lo sviluppo e la diffusione di uno strumento innovativo come il buono spesa Onshop – ha proseguito Bellini – può divenire determinante in termini di reperibilità, affidabilità e comodità grazie ai 77.000 punti vendita della nostra rete, la più grande in Italia con una presenza capillare tra tabaccherie, supermercati, bar, cartolerie, edicole e piccoli dettaglianti, che distribuisce in “esclusiva” il prodotto”.

Un prodotto che, offrendo a tutti la possibilità di scegliere e comprare in rete senza vincoli o particolari barriere d’accesso, si posiziona come novità assoluta nello scenario di un mercato complesso come quello dell’e-commerce in Italia.

“Secondo recenti stime, nel nostro Paese sono circa 22 milioni gli utenti internet. Di questi – afferma Claudio Castellani, Presidente del Gruppo Intermatica e ideatore di OnShop – circa 8 milioni acquistano in maniera abituale in rete, mentre i restanti 14 milioni, ad oggi, non prendono neanche in considerazione questa opzione. Il dato più significativo, tuttavia, se si considera anche quanto accade negli altri Paesi dove è maggiore la familiarità con il web, è che coloro che non acquistano online perché non si fidano ad usare la propria carta di credito si attestano intorno ai 4 milioni. Questo aspetto – conclude Castellani – unito al fascino di un nuovo progetto, ci ha convinto a studiare e realizzare una soluzione unica sul mercato italiano, le cui facilitazioni potranno da qui ai prossimi anni contribuire a fornire una spinta propulsiva all’e-commerce, favorendo una sempre maggiore conoscenza delle potenzialità ancora inespresse di internet”.

Fonte: OnShop

Elezioni e Comunicazione: Il Comunicatore Italiano interviene ad Unomattina

Elezioni e Comunicazione: questi i temi approfonditi da Pier Domenico Garrone, esperto di comunicazione e co-fondatore del blog Il Comunicatore Italiano, ad Unomattina, il programma del mattino di Rai Uno su attualità, cronaca, e politica condotto da Franco Di Mare.

Elezioni e Comunicazione. Il Comunicatore Italiano ospite di Uno Mattina.

Queste alcune delle evidenze emerse nel corso del programma. 2742 liste civiche cifrano la crisi dei Partiti, esiste la Politica e non esiste l’Antipoltica, perde chi usa internet solo come vetrina, la modernizzazione è creare un social citizen non le 40000 email per avere indicazioni sul taglio della spesa pubblica, i Partiti dovranno investire meno in immobili e più nelle relazioni con i Cittadini.

FONTE: Il Comunicatore Italiano

Onshop sponsor del Torneo Junior Club Corriere dello Sport. In scena allo Stadio Flaminio di Roma il 18 maggio la Finale della categoria Juniores

Onshop, Buono Spesa contenente del credito prepagato utilizzabile per acquistare prodotti e servizi su internet, è sponsor del Torneo di Calcio a 11 Junior Club del Corriere dello Sport riservato alle scuole superiori di Roma e Provincia.

In scena venerdì 18 maggio allo Stadio Flaminio di Roma la Finale della categoria Juniores e la premiazione delle categorie Juniores e Allievi.

Onshop, buono spesa di Intermatica utilizzabile per acquistare in piena sicurezza online, è sponsor del Torneo di Calcio a 11 Junior Club organizzato dal Corriere dello Sport. Il Torneo, partito il 16 gennaio a Roma presso il circolo sportivo Wellness Town, ha visto impegnati oltre 48 istituti scolastici di Roma e Provincia. Un’importante iniziativa sociale per la crescita sportiva di giovani promesse.

Il Torneo Junior Club si concluderà nella prestigiosa cornice dello Stadio Flaminio di Roma, venerdì 18 maggio 2012 alle ore 10:00 con la Finale della categoria Juniores. A seguire la premiazione di entrambe le categorie, Juniores e Allievi.

L’Istituto di Istruzione Superiore Di Vittorio-Lattanzio è il vincitore della categoria Allievi del Torneo, dopo un percorso netto, fatto di sole vittorie, gol e gioco.

Per la Finale della categoria Juniores, venerdì scenderanno in campo l’Istituto di Istruzione Superiore Piazza della Resistenza di Monterotondo e l’Istituto Statale di Istruzione Superiore De Begnac di Ladispoli. Una sfida all’ultimo calcio per conquistare la Coppa.

Guarda i video degli highlights delle Semifinali Juniores.

Le scuole che si aggiudicheranno la categoria Juniores e Allievi riceveranno una Coppa, così come quelle che si piazzeranno al secondo posto. Gli istituti che conquisteranno il Torneo saranno premiati con cinque computer. Un riconoscimento andrà ai capocannonieri di ogni categoria e ai due ragazzi che si saranno distinti per un particolare gesto di fair-play. Non mancheranno le sorprese: in palio anche dieci cellulari di ultima generazione Nokia 700.

Claudio Castellani, Presidente di Intermatica: “Vedo con molto ottimismo questa iniziativa, che abbiamo sposato subito affiancandola al nostro prodotto: un sistema di pagamento rivolto ai giovani e a chi non possiede un conto corrente o una carta di credito”.

Onshop è un Buono Spesa contenente del credito prepagato utilizzabile per acquistare prodotti e servizi sui siti web che aderiscono al circuito. L’utilizzo del Buono Spesa Onshop è facile, sicuro, conveniente, alternativo ai sistemi tradizionali.

Per effettuare un acquisto online con Onshop basta scegliere i prodotti presenti in catalogo sul sito dei partner aderenti al circuito, selezionare Onshop quale modalità di pagamento ed inserire il PIN riportato sul buono.

Anche il Corriere dello Sport ha aderito al circuito Onshop, divenendo così la prima testata giornalistica ad avere tra le modalità di pagamento online il buono spesa.

Segui Onshop su Facebook e su Twitter

FONTE: Onshop

Nautica, il 25 maggio al via La Lunga Bolina Trofeo Intermatica. Tutte le imbarcazioni localizzabili via satellite con Navisat Tracker

Intermatica, main sponsor dell’edizione 2012 della regata d’altura La Lunga Bolina-Trofeo Intermatica che si terrà sul tragitto Santa Marinella-Riva di Traiano, 25-26-27 maggio, mette a disposizione di tutte le barche d’altura iscritte il sistema di georeferenziazione satellitare Navisat Tracker. Claudio Castellani, Presidente di Intermatica: “Con Navisat Tracker tutti gli appassionati potranno seguire la regata in diretta sul sito geomat.it”.

La Lunga Bolina-Trofeo Intermatica è la regata d’altura organizzata dal Circolo Canottieri Aniene di Roma, che partirà da Santa Marinella nel tardo pomeriggio del 25 maggio per concludersi a Riva di Traiano (Civitavecchia).

Intermatica, Operatore Telefonico e Service Provider dei maggiori sistemi satellitari, è main sponsor dell’evento e partner del Circolo Canottieri Aniene.

Claudio Castellani, Presidente di Intermatica: “lntermatica da 15 anni opera nel settore delle telecomunicazioni con particolare attenzione ai prodotti e ai servizi per la telefonia mobile satellitare e per la sicurezza in mare. L’impegno di Intermatica a fianco de La Lunga Bolina e del Circolo Canottieri Aniene, sottolinea ancora una volta la missione dell’azienda volta a garantire la sicurezza in mare in tutte le condizioni e a tutti i possibili utilizzatori, siano essi semplici appassionati in crociera, o professionisti protagonisti di impegnative regate in Mediterraneo o in Oceano.

Intermatica, metterà a disposizione delle barche d’altura iscritte il Navisat Tracker, il più compatto ed economico sistema di monitoraggio, georeferenziazione, fleet management e localizzazione satellitare progettato e prodotto interamente in Italia. Sarà quindi possibile seguire in diretta lo svolgimento della regata sul sito www.geomat.it

La Lunga Bolina-Trofeo Intermatica fa parte del circuito Lombardini Cup ed è aperta anche ai monotipi Este 24, ai Minialtura e agli Half-Tonner, che saranno impegnati su un percorso costiero di 67 o 95 miglia, selezionato in funzione del meteo.

Dopo aver ricevuto numerose richieste di adesione, il Comitato Organizzatore della regata ha deciso di aprire anche alle imbarcazioni d’altura della classe Irc, che potranno così partecipare alla regata al fianco delle barche Orc International sulla splendida rotta di 115 o 175 miglia (anche in questo caso scelta a seconda delle condizioni meteo del momento) tra le isole dell’Arcipelago toscano.

Segui Intermatica su Facebook e Twitter

Fonte: Intermatica

Che colore ha la web reputation? Il punto su Il Comunicatore Italiano

L’immagine di un’azienda e dei suoi prodotti è nelle parole e negli scambi degli utenti della rete, un nuovo auditel fatto di utenti in movimento e in mutamento che interagiscono fra di loro. Questa la web reputation per Il Comunicatore Italiano.

Che colore ha la reputazione? Noi del “Comunicatore italiano” abbiamo – con la web reputation – affrontato il tema di come la buona immagine di un’azienda, così come dei suoi prodotti, sia oggi nelle mani di quel mercato delle parole e degli scambi che si chiama Rete. E spostato l’attenzione su questo nuovo auditel fatto di gente, in movimento e mutamento, lontana dal caminetto televisivo di “Lascia o raddoppia” che aveva dominato per 60 anni la scena della misura del gradimento tv.

Scopriamo ora, in questi giorni difficili, che è rosso il colore della reputazione. Perché la reputazione ferita, la vergogna sociale e il sentimento di abbandono e di protesta che un numero crescente di piccoli imprenditori, commercianti e artigiani, prossimi a fallire, non sembra riuscire ad affrontare e superare ha lo stesso colore rosso dei conti. Per difendere la loro reputazione, di fronte alla famiglia, alla comunità e al mondo che avevano sfidato con il coraggio e l’innovazione, ma soprattutto per testimoniare con una protesta silenziosa il fallimento di una ricchezza che non riescono più a distribuire, un numero crescente di imprenditori, artigiani e commercianti, si è tolta la vita, in questi ultimi giorni in Italia. Prima del disonore della rete veniva e viene, per loro, il disonore di una vita quotidiana che hanno cercato di cambiare assieme al loro destino. All’origine del loro gesto – che Emile Durkheim avrebbe definito egoistico – anche la stretta alla gola del fisco, in moltissimi casi. In questa Italia dai servizi pubblici così raramente efficienti, e così distanti, nel costo e nella prestazione, da Regione a Regione, in questa stessa Italia il cui welfare pesa sulle spalle degli onesti che pagano le tasse, la sfera pubblica può permettersi di non pagare i propri debiti ma di essere inflessibile nei confronti di coloro che hanno scelto la strada della trasparenza e dell’onestà.

Ed è un esito particolarmente curioso, oltre che naturalmente tragico, quello di un’Italia che sembrerebbe aver girato da tempo la boa delle filosofie politiche autoritarie (quando non totalitarie), ma nonostante questo ancora coltiva questa vistosa asimmetria tra cittadini e Stato. Per arrivare al punto: la sfera pubblica può permettersi in Italia di non pagare i cittadini creditori, ma è capace di stringerli in un angolo quasi con un coltello alla gola non appena non siano in grado di pagare i loro debiti con il fisco.

Una nazione che nonostante tutto ancora non coltiva il culto religioso, prima che liberale, della reciprocità e che continua a trattare il cittadino e l’individuo come un suddito, a considerare lo Stato come depositario dell’etica e della virtù: questa nazione non si è ancora liberata dell’idea di un monopolio etico dello Stato che fascismo e comunismo hanno imposto alle nostre coscienze. La nostra nave naviga quindi ancora nelle acque più scure del ventesimo secolo.

Una buona comunicazione pubblica non può non preoccuparsi di tutto questo. Deve guardare alla coesione sociale come a un bene comune, tanto più prezioso quanto più difficile si fa questo percorso italiano. Da qui, anche a costo di arretrare a quell’idea ammaestrante che volentieri si attribuiva ai media nel secolo scorso, l’idea che il Comunicatore Italiano intende ora proporre, per non chiudere la porta alla speranza: di salutare con particolare favore e fervore quella comunicazione votata a segnalare e valorizzare i buoni esempi virtuosi di un’imprenditoria italiana, di un’Italia che ce la fa. Che il “Corriere ” di Di Vico ad esempio non si stanca di raccontare in questi giorni difficili (assieme ad una costante opera di pedagogia del presente e del futuro tesa a farci uscire dalla morsa di un’archeologia delle relazioni industriali e della rappresentazione del lavoro ancora ferma a proletari e capitalisti). E che noi riproponiamo raccogliendo anche l’esperienza di Winning Italy, la medicina per un’autostima nazionale di fronte alla crisi, che il Ministero degli Esteri ha proposto a partire dal 2010.

E però non possiamo tacere del corteo delle vedove, ognuna con una bandiera bianca (perché l’appartenenza non sia di alcuno), le vedove degli imprenditori morti suicidi (70 dall’inizio del 2012) che, questo venerdì 4 maggio, hanno deciso di manifestare il loro dolore a Bologna. A guidarle Tiziana Marrone, la vedova di Giuseppe Campaniello, il piccolo imprenditore edile di Ozzano Emilia che lo scorso 28 marzo si è dato fuoco davanti all’ingresso dell’Agenzia delle Entrate. Non siamo soli, a ricordarlo. Con noi Radio 24 e parte dell’associazionismo di imprenditori e artigiani (CNA in particolare, con una coraggiosa campagna di comunicazione) e tanta opinione pubblica della rete e nella rete. Tra i sacrifici che abbiamo scelto di fare, perché l’Italia rinasca, non c’é posto per quello della vita.

FONTE: Il Comunicatore Italiano

Terna guidata da Flavio Cattaneo inaugura il nuovo elettrodotto Alanno-Popoli da 7,5 milioni di euro.

Una linea di 24 chilometri che permette un risparmio di 35 tralicci e miglior servizio per gli utenti. L’elettrodotto Alanno-Bolognano-Bussi-Popoli dopo 70 anni grazie a Terna si rifà il look. Dopo 14 mesi di lavoro e un investimento di 7,5 milioni di euro, la società che gestisce la rete elettrica nazionale guidata da Flavio Cattaneo ha infatti rimesso a nuovo la linea a 150 kV, lunga 24 chilometri ed in gran parte ricadente sul tracciato degli anni Quaranta del secolo scorso.

Una linea di 24 chilometri che permette un risparmio di 35 tralicci e miglior servizio per gli utenti. L’elettrodotto Alanno-Bolognano-Bussi-Popoli dopo 70 anni grazie a Terna si rifà il look. Dopo 14 mesi di lavoro e un investimento di 7,5 milioni di euro, la società che gestisce la rete elettrica nazionale guidata da Flavio Cattaneo ha infatti rimesso a nuovo la linea a 150 kV, lunga 24 chilometri ed in gran parte ricadente sul tracciato degli anni Quaranta del secolo scorso.

L’elettrodotto è entrato pienamente in servizio in questi giorni come puntualmente riportato da Il Tempo, Il Resto del Carlino e Il Centro nelle loro edizioni locali.
Si tratta di un’opera importante anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale, visto e considerato che ora è composta di “soli” 73 sostegni contro i 108 della vecchia linea. Il territorio è stato quindi “liberato” da 35 tralicci. In particolare, sono state eliminate interferenze in aree fortemente antropizzate, come quelle nell’abitato di Scafa e di Tocco da Casauria. Sono stati inoltre rimossi tutti i sostegni precedentemente ricadenti all’interno del Parco Nazionale della Maiella. Con la sua attuale configurazione l’elettrodotto “Alanno-Bolognano-Bussi-Popoli” migliorando in modo significativo l’efficienza, l’affidabilità e la qualità del servizio sulla rete di trasmissione della zona.
La vecchia struttura era ovviamente inadeguata a servire un territorio di molto cambiato nel tempo. Il nuovo elettrodotto infatti raddoppia la precedente portata dell’elettricità, passando da 450 a 870 ampere, consentendo così di poter fare a meno dei vincoli di produzione alle centrali lungo la direttrice Alanno, Bolognano e Bussi sul Tirino. Inoltre, l’elettrodotto è provvisto per l’intero percorso sia della fune di guardia, uno speciale conduttore posto sopra le linee a protezione dai fulmini, sia della fibra ottica, per la trasmissione di una gran quantità di informazioni di tipo digitale.

Infine una peculiarità che da sempre rappresenta un biglietto da visita per Terna. In alcune tratte dell’elettrodotto sono state installate spirali avifauna, dispositivi di colore bianco e rosso che evidenziano la linea, particolarmente utili per le rotte migratorie degli uccelli: rappresentano infatti una barriera visiva che evita la collisione dei volatili con i conduttori.

FONTE: Terna

Innovazione, Tecnologia e Servizi Digitali: TotalErg lancia l’App che semplifica la vita dell’automobilista

TotalErg – terzo operatore italiano nel settore della distribuzione e commercializzazione di prodotti petroliferi – conferma la costante attenzione verso i clienti e le nuove tendenze di mercato con il lancio della sua Applicazione multipiattaforma già disponibile sui principali Store (App Store, Android Market, Windows Phone Marketplace, Ovi Store)

Velocità, dinamismo e tecnologia nella nuova APP di TotalErg, elementi destinati a cambiare in maniera significativa le modalità di fruizione dei servizi offerti, rafforzando la relazione con il cliente.

L’applicazione è scaricabile gratuitamente su smartphone e tablet e consente di accedere ad un mondo di servizi ed informazioni utili e sempre aggiornate.
Tramite la funzione di geolocalizzazione è possibile memorizzare e ritrovare facilmente la propria auto parcheggiata, individuare il punto vendita piu’ vicino e, per i clienti che ne hanno maturato il diritto, anche richiedere il soccorso stradale gratuito.

Con l’APP inoltre, è semplice partecipare al programma fedeltà TotalErg Più: l’uso della carta digitale infatti, permette agli automobilisti di usufruire di tutte le offerte dell’azienda, sostituendo la classica carta “fisica” .

L’interazione con il cliente diventa quindi ancora più dinamica ed immediata, con la possibilità di veicolare promozioni e servizi sfruttando tutte le potenzialità delle nuove tecnologie di comunicazione mobile: ad esempio, l’offerta di coupon con vantaggi esclusivi sugli acquisti di carburante e telefonia ERG Mobile, le promozioni sul punto vendita più vicino, la possibilità di consultare, direttamente sul proprio smartphone, i premi disponibili e di visualizzare in tempo reale le transazioni effettuate.

La fase di lancio è accompagnata da una attività di promozione che prevede i primi tre mesi di navigazione gratuita con ERG Mobile per coloro che scaricano l’App e richiedono la carta digitale, oltre alla possibilità di partecipare ad un Concorso che permette di vincere migliaia di premi tra i quali sconti carburante, Sim ERG Mobile, uno smartphone al giorno e, per il più fortunato, un viaggio in Polinesia per 4 persone!

Per saperne di più, visita le fanpage di Facebook e Twitter

TotalErg
La società, nata il 1 ottobre 2010 dalla fusione tra ERG Petroli e Total Italia, a seguito del perfezionamento dell’operazione di joint venture tra ERG S.p.A. (51%) e TOTAL S.A. (49%), opera in quattro aree di business: Raffinazione, Supply e Logistica; Rete; Extrarete; Specialità. E’ presente nel settore della raffinazione attraverso la Raffineria di Roma, controllata al 100% e la Raffineria Sarpom di Trecate (Novara), partecipata al 26%. Con una capacità di lavorazione complessiva di circa 120.000 barili/giorno, copre l’8% della capacità di raffinazione italiana. Con una Rete di oltre 3.300 distributori, vendite di carburanti di circa 3.900 milioni di litri ed una quota di mercato di circa il 12%, TotalErg è il terzo operatore del settore. Sulla Rete Autostradale, con 76 Aree di Servizio, è la seconda compagnia di mercato. Nel settore Extra Rete TotalErg commercializza oltre 1,8 milioni di tonnellate tra carburanti e combustibili – gasoli, oli combustibili, benzine – rivolti ad uso industriale, civile ed agricolo. Vende sia a rivenditori del settore (B2B) che direttamente al consumo (B2C) mediante le società controllate Eridis e Restiani. Nel settore delle Specialità commercializza Bitumi e Bitumi modificati (in questo ultimo ambito è leader in Italia), Lubrificanti (con i tre marchi Total, Elf ed Erg), GPL (attraverso la società controllata Totalgaz Italia) e Fluidi speciali, con un volume complessivo di oltre 500 mila tonnellate vendute.

Fonte: TotalErg

Per ulteriori informazioni:

Burson-Marsteller
Piergiorgio Gambardella
Tel. +39 06 68896333
Cell. +39 339 3132579
E-mail: piergiorgio.gambardella.ce@bm.com

TotalErg
Claudia Coscarella
Tel. +39 06 50092855
Cell. +39 340 5928570
E-mail: claudia.coscarella@totalerg.it